Pillole

Pillole d'errori

Qualche giorno fa ero in palestra con una mia allieva e mi si avvicina un signore gentile per un consiglio sui pettorali. A casa sua ha una pectoral machine e nell'utilizzarla si è causato un'infiammazione alla spalla, quindi mi chiedeva un consiglio su un movimento alternativo. Domanda: "ma chi si allena, non dovrebbe sapere che se ti si è infiammato il muscolo della spalla facendo pectoral, sicuramente non conviene fare panca piana?".
Purtroppo, questa non è stata la prima volta che ho dovuto salvare le sorti di un "Fai da te". Da professionista, vivo la maggior parte del tempo in palestra evi assicuro che non è facile resistere osservando la buona volontà delle persone, contrapposta ad esercizi mal eseguiti, che se reiterati, potrebbero causare danni fisici seri e non sicuramente risultati.
A questo punto, la domanda sorge spontanea? "Siete convinti di sapere quali sono i movimenti possibili per un gruppo muscolare? Siete convinti di sapere ciò che è migliore per la vostra struttura e la vostra biomeccanica?" Ed ancora: "Siete convinti di aver dato al vostro fisico la giusta valutazione per procedere con un gruppo muscolare piuttosto di un altro? "E, soprattutto, avete programmato i vostri possibili risultati in base alla vostra alimentazione, la vostra frequenza di allenamento? Le calorie consumate con lavoro e allenamento, che vanno integrate per garantire la sopravvivenza?"
Se volete un risultato al vostro impegno e, soprattutto, se non volete causare danni, allora è il caso di chiedere aiuto ad un professionista.
Lasciatevi guidare da chi ha fatto di tutto ciò la sua vita, la sua passione e la sua sfida costante e non mettete in pericolo la vostra salute. Sono a disposizione, per valutare insieme il giusto allenamento e l'esatta esecuzione degli esercizi.

Per ulteriori consigli, potete contattarmi via e-mail. 

Dopo le feste

Quale argomento in palestra in questi giorni se non, "ho mangiato troppo" "ho preso tre chili", "non entro più nei vestiti". CALMA! Non ci mettiamo a digiunare, se no facciamo due eccessi in uno, bensì prendiamo questi due, tre giorni di eccesso come un picco scientifico della nostra normale alimentazione: abbiamo costretto il nostro metabolismo ad una accelerazione, se ora forziamo un digiuno mettiamo in gioco le nostre masse muscolari e non certo i grassi di riserva che se ne stanno ben nascosti per poter riparare a periodi di vera magra. Siamo sempre lì “LA BILANCIA NON DICE LA VERITA”: abbiamo preso 3 chili? Probabilmente abbiamo mangiato alimenti a cui non siamo abituati che ci hanno fatto ritenere più liquidi. Con il digiuno ne abbiamo persi 3? Probabilmente a discapito di quella povera massa muscolare che tanto si impegna a consumare all’interno del nostro corpo, perché dovete sapere che meno massa muscolare = minor efficacia del metabolismo = + grassi mangiando meno.
Riprendiamo la nostra normale alimentazione, magari con qualche carboidrato in meno, tanto se il nostro corpo il giorno di Natale si è dato da fare per smaltire 5000 calorie, ora trova facile lavorarne 2000. È solo questione di tempo: con un buon allenamento suggerito da un serio professionista e la giusta alimentazione, tornerete in forma.

Per ulteriori consigli, potete contattarmi via e-mail maurizio.boyer@gmail.com